b59a2-jacquesderrida

Roma 12 giugno 2010.
Jacques Derrida, filosofo e saggista, nato come Jackie Derrida il 15 luglio 1930 a El Biar, quartiere di Algeri, terzo di cinque figli di una famiglia di ebrei sefarditi. Dopo i provvedimenti antisemiti della repubblica collaborazionista di Vichy viene espulso dalla scuola pubblica francese ma prosegue i suoi studi in una scuola ebraica. Consegue la maturità nel 1948, dopo essere stato respinto l’anno precedente.
Nell’immediato dopoguerra si appassiona alla filosofia, leggendo Nietzsche, Bergson, Sartre, la letteratura esistenzialista, e Heidegger. Si trasferisce nel 1949 a Parigi e nel 1951, al terzo tentativo, viene ammesso alla École Normale Supérieure (ENS), dove è suo tutor Althusser e fra gli insegnanti c’è già Michel Foucault. Nel 1954 consegue il diploma con una tesi sul problema della genesi nella filosofia di Husserl. Nel 1959 svolge il suo primo intervento pubblico, sulla fenomenologia di Husserl, e negli anni successivi insegna alla Sorbona, tenendo numerosi seminari soprattutto su Hegel, Husserl e Heidegger. Nel 1963, si scontra con Foucault, a causa delle critiche che Derrida muove alla sua “Storia della follia”. La riconciliazione con Foucault avverrà solo nel 1981. Nel 1966 tiene la prima di una lunga serie di conferenze negli Stati Uniti, dove conosce Paul De Man e dove si afferma soprattutto come studioso della lingua e della scrittura. L’anno successivo escono le prime opere di grande diffusione, “La scrittura e la differenza”, “La voce e il fenomeno” e “Della grammatologia”; le sue conferenze gli assicurano una grande notorietà, ma Derrida, durante gli avvenimenti del 1968, preferisce restare defilato, irritato per gli aspetti più ideologici del movimento. In questo stesso periodo, a Parigi, frequenta Blanchot e il poeta Paul Celan.
Nella foto: Jacques Derrida ritratto a Roma.
Foto: RINO BIANCHI

Advertisements

Rhys Tranter is a writer and photographer based in Cardiff, Wales. His writing has appeared in the Times Literary Supplement and a number of books and periodicals.

Add your thoughts, links, and recommendations